Ricette d'Autunno veg!

Torta rustica casereccia

Due gustose ricette per godersi appieno i sapori dell'Autunno


Ecco due ricette autunnali per chi iniziando la pratica di Yoga si chiede come portare le verdure in modo nuovo in tavola, con ricette vegane o vegetariane gustose e a km0.

CROCCHETTE DI CECI E ZUCCA


La varietà di ceci che ho usato è quella nera, che ha un gusto praticamente uguale a quello normale, ma è arricchito di qualche proprietà (interessante, comunque, scoprire varietà nuove dei prodotti!). Vi consiglio questa ricetta che ho sperimentato qualche tempo fa e che è facile e veloce da preparare.
(Ps: le dosi che vi metto son bastate per fare 4 crocchette di dimensione medio-grande)

Ingredienti:
250g di ceci lessati (io ho usato una varietà nera)
200g di zucca sbollentata
1 cucchiaino di tahina
curry a piacere
curcuma a piacere
sale e olio q.b.
farina di riso q.b.

Procedimento:
– Lessate i ceci (o, se ne avete di pronti, usate quelli)
– Fate bollire appena dell’acqua in una pentola a bordi alti e poi tuffateci la zucca precedentemente tagliata a cubetti, per qualche minuto
– Una volta scolata la zucca (che dovrà essere tenera ma non eccessivamente) riunite i ceci e la zucca in un recipiente e frullate insieme con un frullatore a immersione, aggiungendo gradatamente un filo d’olio
– Completate aggiungendo sale, spezie a piacere e un cucchiaino di tahina, mescolando nuovamente bene insieme gli ingredienti
– Realizzate le crocchette (o delle polpette) con le mani e passateli velocemente su un velo di farina di riso (io uso questa per panare perché è molto fine e leggera); ora potete scegliere se friggerle, passarle in forno o semplicemente rosolarle con un filo d’olio in padella antiaderente (io ho fatto l’opzione C)
– Servite ben calde !


*****
 

TORTA CASERECCIA ALLE MELE CON GRANELLA DI NOCCIOLE E MARMELLATA DI FICHI



Una gustosa torta casereccia che mi richiama un po’ l’immagine che ho di questa stagione: tazza di tè, libro in mano, pioggia fuori (esattamente come oggi!), che può sembrare triste rispetto alla libertà di poter uscire scalzi e in abiti corti e stare fuori godendo della luce anche nelle prime ore serali; eppure c’è bisogno anche di tempo per tornare un po’ in letargo, rintanarci in casa dopo una giornata caotica, concederci il tempo per fare quelle cose che rimandiamo a quando siamo più stanchi e pigri. È una torta che ho voluto sperimentare per due motivi: anzitutto volevo provare a utilizzare la farina di grano saraceno in un impasto, e seconda cosa volevo usare la ricotta per creare una base tipo frolla senza usare il burro (non che solitamente schivo il burro nella frolla, ero semplicemente curioso di provare un impasto nuovo!).

Ingredienti:
200g farina tipo 1
80g farina di grano saraceno
200g di ricotta vaccina
1 uovo
100g zucchero integrale di canna
1 pizzico di sale
la scorza di un limone grattuggiata
4 mele piccole
cannella in polvere q.b.
marmellata di fichi q.b.
nocciole q.b.

Procedimento:
Impastate tutti gli ingredienti eccetto le mele, la marmellata di fichi e le nocciole, cominciando col creare su una spianatoia la classica fontana col buchetto al centro, e incorporando man mano farine, ricotta, zucchero e uovo. Quando avete ottenuto un impasto liscio e omogeneo, stendete un disco alto circa 1 cm e disponetelo su una tortiera precedentemente imburrata e infarinata. Tagliate quindi a fettine sottili le mele private della buccia e disponetele sulla base dell’impasto, spolverandole di cannella e un po’ di zucchero; infornate per 15 minuti a 200°, poi prendete la tortiera e mescolate le mele, distribuite sopra qualche cucchiaio di marmellata di fichi e infine cospargete la torta con granella di nocciole. A questo punto completate la cottura per altri 20 minuti circa. Consigliata accompagnata da una tazza di ottimo tè ma anche con una bella tisana preparata con: buccia di mela, fettine di zenzero, 2 chiodi di garofano, 1 stecca di cannella, qualche pezzo di scorza di limone.


Il nostro amico Alessandro ci ha proposto alcune delle sue buonissime ricette in stile veg Per l’autunno e inverno, per approfondire potete esplorare il suo sito: http://igolosiitineranti.it/

Cosa dicono
di Maitri Yoga ...
  • Mi ha aiutata molto a rilassarmi, a creare un "contatto" diverso col mio piccolo e allontanare le paure del parto! Purtroppo ho dovuto fare un cesareo, ma, in quel poco travaglio che ho comunque fatto, la respirazione e gli esercizi anche con la parola sono stati di grande aiuto!!" Nicole T.

  • "In attesa del terzo bimbo cercavo qualcosa che mi mettesse in contatto autentico con la mia creatura. Lo yoga mi ha sostenuta negli ultimi mesi di gravidanza sia fisicamente sia mentalmente. Mi ha regalato grande consapevolezza del mio corpo e della mia energia che mi sono state di grande aiuto nel travaglio e nel parto. Se il mio parto è stato così bello e sereno sento di certo che è stato anche per merito del percorso fatto con Sara. Ancora oggi alcuni esercizi vocali e l'Om li uso per calmare il mio bimbo quando è più nervoso.

    Grazie Sara!!!!"

    Valentina G.

  • " Mi sento molto fortunata per aver iniziato il mio percorso di yoga anni fa proprio con te Sara. La mia vita in pochissimo tempo è cambiata in meglio, sono rinata, mi sono ritrovata. E' cambiato il mio corpo e con lui i miei pensieri. Ogni volta che pratico con te è come una magia, è come se fosse la prima volta. E' sempre un nuovo inizio." Namaste.

  • "Sono fortunata ad aver conosciuto lo yoga tramite te, perché in giro c'è tanto, di tutto. E anche ieri sera è stata un'emozione. E oggi, credimi, ha avuto degli effetti. Mi mancava il tuo yoga...sempre bello! Grazie di cuore e a presto !
    Elena

  • ”Da quando ho cominciato a praticare, ho innanzitutto un rapporto molto diverso con me stessa, sono più consapevole e mi giudico di meno, di conseguenza è cambiato anche il mio rapporto con gli altri e col mondo che mi circonda, col tempo che passa, con le cose che accadono.”
     S.T.